UniversityBox – La community con sconti e opportunità per universitari

Gli snack essenziali per studiare meglio

La pausa studio per gli studenti è importante: scegliere snack sani (e appetitosi) aiuta la concentrazione e la memoria.

Perché per gli studenti è importante scegliere lo snack giusto mentre si studia

Leggi da ore e non riesci più a memorizzare? Forse è ora di una pausa, ti serve uno snack! Ma se non scegli lo snack giusto, potresti sentirti più appesantito di prima, a causa del fatto che gli alimenti sono troppo elaborati e il nostro organismo ci mette più tempo e fatica a digerirli, togliendo energie alla mente. A un picco di zuccheri corrisponde, infatti, un calo di energie, da evitare durante le sessioni di studio. I cibi ricchi di fibre, proteine e grassi “sani” possono aumentare le capacità di concentrazione e memorizzazione mentre si studia. Ecco un elenco di idee per i tuoi snack in pausa studio, per rimanere leggeri, concentrati e sani! Lo sgarro è contemplato, soprattutto se può, di tanto in tanto, farci ritrovare il buon umore nei periodi più stressanti, ma è importante mantenere un equilibrio consapevole. Una alimentazione sana che sostiene l’attività mentale quotidiana senza privarci di qualche peccato di gola permette di ritrovare e mantenere la carica tra i banchi.

Studenti e studio: quali snack preparare

Un esempio sono gli snack a base di avena e nutella, con cocco grattugiato, nocciole, miele e semi: una merenda ricca di fibre, oli e nutrienti che garantiscono un pieno di energia. Sempre a proposito di semi, quelli di zucca tostati sono ricchi di zinco per aiutare la memoria mentre si studia. Per gli amanti dell’avocado, un toast con questo frutto, olio e pepe garantisce di produrre più energia di quella spesa a prepararlo (e a instagrammarlo). Anche dei mirtilli ricoperti con yogurt e poi congelati diventano uno snack semplice e sano per metà mattinata o pomeriggio. Possono poi essere uniti ad altro yogurt e alla granella di nocciole per formare dei mini snack in bicchiere, da personalizzare con topping di frutta o creme.

Se si vuole invece ottenere energia dalla frutta, basta iniziare dalla banana e avvolgerla in una tortilla di grano e aggiungere burro d’arachidi (attenzione alla qualità di quest’ultimo). Se avete un po’ di tempo da investire per preparare lo snack, magari per tutti i vostri colleghi di studio, o da mangiare per più giorni, avena + mandorle + miele e burro d’arachidi sono gli ingredienti per delle barrette ricche di fibre e zuccheri. In fatto di tendenze, non si può non parlare delle bowl, le ciotoline da comporre con i nostri ingredienti preferiti: per una merenda-studio, immancabile la combinazione frutti di bosco, banana, yogurt, semi di chia e noci. C’è l’imbarazzo della scelta!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram