UniversityBox – La community con sconti e opportunità per universitari

Il metaverso e le traduzioni istantanee

Meta e l’ambizioso progetto di tradurre da tutte a tutte le lingue nel Metaverso con l’Intelligenza artificiale

Il metaverso e le traduzioni in tutte le lingue

La capacità di comunicare è uno degli aspetti più fondamentali dell’essere umano. Le tecnologie, dalla stampa alla video chat, hanno spesso trasformato i nostri modi di comunicare e condividere idee. Mark Zuckerberg ha recentemente presentato alcuni progetti legati all’Intelligenza Artificiale, punto di partenza per la costruzione del Metaverso. In questo mondo interconnesso le persone entreranno in contatto con Meta (che riunisce Facebook, Instagram e WhatsApp) e altre aziende, per mezzo di visori di realtà virtuale. In particolare, Meta AI annuncia uno “sforzo a lungo termine” per creare strumenti linguistici che includeranno la maggior parte delle lingue del mondo. 

I sistemi di traduzione AI di oggi non sono progettati per servire le migliaia di lingue utilizzate in tutto il mondo o per fornire la traduzione vocale in tempo reale. Per servire veramente tutti, il creatore di Facebook e tutta la comunità di ricerca dovranno superare tre sfide importanti: la scarsità di dati (acquisendo più dati di formazione in più lingue e trovando nuovi modi per sfruttare i dati già disponibili); le sfide di modellazione che sorgono man mano che i modelli crescono – per servire molti più linguaggi; trovare infine nuovi modi per valutare e migliorare i loro risultati.

I progetti di Zuckerberg 

Poiché il Metaverso è stato immaginato come un mondo persistente e condiviso, poter tradurre in maniera efficace ciò che viene detto dalle persone che vi accedono è essenziale per la moderazione. In casa Zuckerberg si parla di due nuovi progetti

Il primo è No Language Left Behind, in cui l’impero di Zuckerberg sta costruendo un nuovo modello di intelligenza artificiale avanzato, in grado di imparare dalle lingue con meno esempi su cui allenarsi, consentendo comunque traduzioni di qualità da esperti in centinaia di lingue, dall’asturiano all’urdu. 

Il secondo è Universal Speech Translator, in cui vengono progettati nuovi approcci per tradurre dal parlato in una lingua all’altra in tempo reale, supportando le lingue senza un sistema di scrittura standard, oltre a quelle scritte e parlate. Ci vorrà molto più lavoro per fornire a tutti nel mondo strumenti di traduzione veramente universali, ma lo sforzo di Meta è più che apprezzabile, soprattutto considerando il suo orizzonte democratico: “La condivisione dei dettagli e l’open source del nostro codice e dei nostri modelli in futuro significa che altri possono basarsi sul nostro lavoro e avvicinarci al raggiungimento di questo importante obiettivo.” Mentre ci sforziamo per costruire un mondo più inclusivo e connesso, abbattere le barriere linguistiche è la chiave dell’informazione e delle opportunità.

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram