UniversityBox – La community con sconti e opportunità per universitari

Perchè si parla di burnout in ambito lavorativo

Ti è mai capitato di perdere la motivazione in ambito lavorativo ed iniziare ad odiare il tuo lavoro per un tempo prolungato?  Nonostante il percorso lavorativo di ognuno di noi sia costellato di alti e bassi, questi sintomi potrebbero nascondere qualcosa di più grande.

Parliamo di burnout lavorativo per indicare una sindrome causata dall’esaurimento emotivo di una persona sottoposta a stress cronico, è molto più frequente in quei lavori che richiedono un contatto diretto con il pubblico. Questo è un fenomeno strettamente legato al lavoro tuttavia alcuni aspetti del carattere personale potrebbero aumentare le possibilità che questo si verifichi, ad esempio essere pessimisti o perfezionisti. 

I sintomi 

Sottovalutare i sintomi del burnout è molto frequente. A volte basta solo fare un po’ più caso alle azioni e agli stati d’animo per aiutare noi stessi o chi vicino ad uscire da questa situazione. Alcuni segnali sono:

  • Alienazione dal contesto lavorativo: gli individui che stanno vivendo un burnout troveranno il loro lavoro frustrante, spesso queste persone appaiono molto distaccate.
  • Essere esausti: il burnout causa alle persone una sensazione di stachezza enorme, compiere il lavoro che precedentemente facevano con facilità risulta essere estenuante 
  • Sintomi fisici: lo stress cronico lascia i suoi segni anche sul corpo, numerosi sono i casi di dermatite da stress, problemi gastrici o pressione alta.

I pensieri più frequenti di una persona affetta da questa sindrome sono molteplici, alcuni pensano ad esempio di essere inadatti, perdono fiducia in se stessi, altri invece vedono il lavoro come opprimente. 

La prevenzione e le cure 

Per prevenire il burnout bisogna innanzitutto ascoltare il proprio corpo. Dormire quando sentiamo sonno, prenderci un giorno di pausa quando ne abbiamo bisogno, camminare all’aperto e mangiare pasti esaustivi. Nel caso in cui ci trovassimo già in una situazione di burnout oppure vogliamo aiutare una persona vicina, riconoscere di aver bisogno di aiuto è il primo step verso la cura. La terapia psicologica offre gli strumenti necessari alla guarigione, cosa che nessun articolo di giornale o video informativo potranno mai fare. La psicoterapia ha come obbiettivo principale quello di disinnescare il meccanismo che la mente dei soggetti affetti propone e ripropone. Gli interventi psicoterapeutici variano di caso in caso, la terapia può aiutare i soggetti a capire esattamente di cosa si tratti e a gestire i sintomi. 

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram