UniversityBox – La community con sconti e opportunità per universitari

Come personificare un brand nel 2022? Con l’arrivo degli influencer virtuali

La questione principale per le aziende è diventata come far spiccare il proprio prodotto tra tutti e quale strategia di marketing applicare. Quali sono le novità in questo ambito nel 2022? Vediamole insieme!

Le nuove strategie di marketing

Al giorno d’oggi le aziende non devono più preoccuparsi solo della qualità dei loro prodotti. Se il prodotto è il migliore sul mercato ma non è pubblicizzato adeguatamente, poco importa. Basta fare un paio di ricerche su Amazon per capire che di ogni prodotto esistono migliaia di alternative, quindi la questione principale per le aziende è diventata: come far spiccare il proprio prodotto tra tutti? Quale strategia di marketing applicare? 

Ultimamente le aziende hanno intuito che la strategia vincente è quella di avvicinare il più possibile il marchio all’uomo, si parla, infatti, proprio di “umanizzare il marchio”.  L’umanizzazione si raggiunge tramite una serie di strategie, per esempio, creando una brand identity disposta a dialogare con il cliente. Per dialogo si intende, ascoltare il consumatore nelle sue critiche e nei suoi elogi al brand, in modo da perfezionare i difetti. 

La personificazione dei brand

Per “personificare” un brand esistono diversi approcci, uno dei più celebri fino ad oggi è stato avere un testimonial che rappresentasse davvero l’azienda. Basti pensare, ad esempio, al caso Giovanni Rana oppure lo stesso Steve Jobs. Dare un volto umano all’azienda che non sia necessariamente una modella, un modello o celebrità, fa un grande effetto all’occhio del consumatore. In generale l’idea è quella di far vedere come si comporterebbe il brand se fosse una persona e quali scelte farebbe.  Recentemente si è sviluppata la figura degli influencer virtuali. Tutti conosciamo gli influencer, ovvero quelle persone di successo molto seguite nei media, che influiscono sulle scelte del pubblico. Ma quanti di noi conoscono gli influencer virtuali? 

Influencer virtuali e metaverso

In Cina già sono molto popolari, essenzialmente sono personaggi del web realizzati con la tecnica cgi (computer generated imagery), appaiono come normali ragazzi e ragazze che trasmettono la propria vita online. La più famosa si chiama Lu do Magalu con 5,8 MLN di follower su instagram. Una ragazza come tante che condivide la sua vita quotidiana, i suoi outfit i suoi cibi preferiti, l’unica differenza è che lei non è una persona fisica. Agli occhi del pubblico, però, non è importante se siano reali o meno, piuttosto il loro comportamento e i loro contenuti. Con la popolarità raggiunta dal Metaverso, queste figure stanno divenendo sempre più popolari. 

Nei prossimi anni assisteremo probabilmente a brand che si impegneranno nel creare i loro influencer virtuali, con il loro aspetto e il loro tono di voce distintivo. E mentre i brand si impegneranno a fare questo noi ci abitueremo sempre di più all’idea di star effettivamente vivendo nel futuro. 

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram